You are safer with us

Mal di schiena

L'attività fisica nei luoghi di lavoro

fitWalking_01
In questo articolo descriveremo gli interventi di promozione dell'attività fisica da realizzarsi sul posto di lavoro. Inoltre, puntare sui programmi e progetti di promozione della salute in azienda, produce una serie di benefici e di vantaggi sia per i lavoratori che per l'azienda stessa.

In Europa, secondo i dati, la sedentarietà è un comportamento molto diffuso, a differenza della minoranza dei lavoratori che dichiarano di avere invece uno stile di vita attivo.
La sedentarietà viene favorita anche dal tipo di lavoro che si svolge, è un fattore di rischio indipendentemente dai livelli di attività fisica praticati ed è riconosciuta tra i principali fattori di rischio delle malattie cardiovascolari e metaboliche (infarto, obesità, diabete) e delle malattie dell'apparato osseo e delle articolazioni (come l'osteoporosi e i disturbi muscolo scheletrici).
É dimostrato che uno stile di vita sano è un ottimo investimento di prevenzione. Particolarmente, l'attività fisica aiuta a mantenersi in buona salute e favorisce il benessere psicologico riducendo ansia, depressione e senso di solitudine.
É importante quindi scegliere di muoversi regolarmente tutte le volte che se ne ha l'opportunità, come ad esempio camminare, andare in bicicletta, salire le scale, sono alcuni modi spontanei per contrastare la sedentarietà.

Read More ...
Comments

MMC: MAC Tool

mac_01
La prevenzione e il controllo dei disturbi muscolo-scheletrici correlati al lavoro (DMS) è un importante priorità ed una delle chiavi per migliorare la salute sul lavoro. Può essere particolarmente difficile stabilire il grado di rischio in relazione ai DMS a causa della mancanza di quantitativi relazioni esposizione-risposta, l'ampia gamma di fattori di rischio, e le interazioni tra di loro. Read More ...
Comments

Uso dei computer portatili

macbookpro
Oggi quasi 200 milioni di persone in tutto il mondo utilizzano un computer portatile, al posto del desktop tradizionale. Entro il 2015, questa cifra è destinata a raggiungere i 250 milioni. Presumendo che ogni portatile è utilizzato da un singolo individuo, sarebbe sicuro affermare che quasi 200 milioni di persone in tutto il mondo di oggi, corrono il rischio di effetti negativi per la salute a causa di un uso improprio del computer portatile.
La progettazione di computer portatili, infatti, viola un requisito ergonomico di base per un computer, vale a dire che la tastiera e lo schermo devono essere separati. La ragione è semplice - con un design fisso, se la tastiera è in una posizione ottimale per l'utente, lo schermo non lo è, e viceversa. Di conseguenza, i portatili sono esclusi dagli attuali requisiti di progettazione ergonomica in quanto nessun design è in grado di soddisfare questo bisogno fondamentale. Read More ...
Comments

Uso dei videoterminali

imac
Molte persone utilizzano il computer o attrezzature munite di videoterminali (VDT) come parte necessaria per il proprio lavoro. La maggior parte non subisce, però, effetti negativi. I videoterminali non emettono livelli nocivi di radiazioni e raramente possono causare malattie della pelle.
Se si soffre nell'uso del videoterminale può essere a causa del modo in cui si utilizza il computer. Per esempio, potreste soffrire di tensione nella parte posteriore della mano a causa di un eccessivo 'mouse' clic, o stress o dolore al collo se si utilizza un videoterminale, senza aver cura di effettuare una pausa dopo un lungo periodo di utilizzo. Problemi come questi possono essere evitati se le postazioni di lavoro sono state ben progettate. Read More ...
Comments

Valutazione del rischio: autoveicoli aziendali

pannello
Molto raramente il datore di lavoro o chi esegue materialmente la valutazione del rischio considera l'uso degli autoveicoli aziendali da parte dei dirigenti, dei commessi, dei manutentori, ecc..
Gli incidenti stradali in Italia sono la principale causa di morte per i lavoratori. Nel 2008 il 54,5% degli infortuni mortali per cause lavorative è avvenuto proprio sulla strada, tra infortuni in itinere e infortuni propriamente detti.
Su un totale di 1.120 morti bianche, 335 decessi (il 29,9%) si sono verificati durante lo svolgimento delle mansioni lavorative su strada e 276 (il 24,6%) sono da attribuire al percorso casa/lavoro.
Pertanto, nella valutazione dei rischi si dovranno considerare le fonti di rischio derivanti dall'uso del veicolo aziendale ed in particolare dalle:
  • condizioni del veicolo;
  • condizioni del guidatore;
  • durata e tipologia del viaggio.
Read More ...
Comments

Decennio della Sicurezza stradale

road-cross-gr
Le persone che svolgono la propria attività lavorativa nel settore del trasporto stradale devono affrontare, oltre al pericolo degli incidenti stradali, molti altri rischi; questo è il messaggio dell'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) che lancia oggi un nuovo sito web dedicato alla tutela dei conducenti. In concomitanza con il lancio del Decennio di azione per la sicurezza stradale 2011-2020, indetto dalle Nazioni Unite, l'EU-OSHA fornisce accesso a una serie di relazioni e altre risorse al fine di aiutare i lavoratori del settore del trasporto stradale a far fronte alle sfide che la gestione della sicurezza e della salute in questo ambito comporta. Read More ...
Comments

Come prevenire il mal di schiena

back_ache
Il mal di schiena non è quasi mai dovuto alle ossa: quasi sempre dipende da una difficoltà di funzionamento di una sua minuscola componente (muscoli, legamenti, disco). La schiena è come un orologio di alta precisione in cui anche un piccolissimo granellino di sabbia (una piccola lesione) può causare notevoli difficoltà (forte dolore). C'è però anche una grossa differenza: la schiena è enormemente più solida di un orologio. La colonna vertebrale infatti è una delle strutture più forti del nostro corpo, che deve assolvere a numerosi ed importanti compiti:
  • stabilità - sostiene il tronco, gli arti superiori e il capo;
  • mobilità - consente tutti gli spostamenti del tronco e della testa;
  • contenimento - proteggere il midollo spinale.
Read More ...
Comments