You are safer with us

Distacco degli impalcati dall'opera servita

Frames-Scaffolding
Il comma 2 dell’Articolo 138 - Norme particolari (Decreto Legislativo 81/2008) recita:
  • E’ consentito un distacco delle tavole del piano di calpestio dalla muratura non superiore a 20 centimetri.
Nella realtà, però, è molto spesso difficile mantenere nel corso dei lavori e per tutto il ponteggio la corretta distanza dall’opera servita. Le varie motivazioni possono essere ad esempio:
  • presenza aggetti (terrazzi, spioventi di tetti, grondaie, parti di impianto, ecc)
  • variazioni a causa delle lavorazioni eseguite (rimozione intonaci, rimozione isolamento da serbatoio, ecc.)
  • forma dell’opera servita (circolare, non regolare, ecc.)
  • ecc.
Soluzione proposta
Anno: 07/06/2004 revisione del 18/18/2010
Autore: Gruppo Edilizia Regione Veneto
Documento:
Distacco degli impalcati.pdf
In presenza di ostacoli dovuti ad elementi in aggetto rispetto al piano verticale coincidente con la facciata soggetta a lavorazione, è necessario che i piani del ponteggio si adattino alle diverse configurazioni geometriche.
Nel caso in questione una tra le possibili soluzioni può essere costituita dal prolungamento degli impalcati tramite mensole in modo da limitare il distacco dalla costruzioni a non più di 20 cm.
Nel caso di ponteggi ad elementi tubi e giunti l’impalcato è esteso mediante il semplice prolungamento dei traversi orizzontali in direzione della costruzione.
Diversamente, per la gran parte dei ponteggi ad elementi prefabbricati, sono disponibili apposite mensole di dimensioni variabili con la possibilità di
estendere l’impalcato fino a 50 cm.

Analisi della soluzione
Appare possibile l’utilizzo di tale accorgimento nel caso dei ponteggi ad elementi prefabbricati in quanto gli elementi che permettono l’estensione orizzontale del piano di lavoro (mensole) sono parte integrante dell’Autorizzazione Ministeriale (sbalzo).
L’utilizzo, viceversa, mediante il prolungamento dei traversi necessità sicuramente del progetto da parte del tecnico abilitato che dovrà valutare l’aumento dei pesi e gli eventuali accorgimenti (controventature) da inserire per sorreggere lo sbalzo.
Si dovrà verificare il tutto mediante un’attenta analisi dell’Autorizzazione Ministeriale relativa al ponteggio in uso.
blog comments powered by Disqus