You are safer with us

Controllo elettronico DPI

saf_tut
Ecco l'ultima frontiera in tema di utilizzo dei DPI da parte dei lavoratori: il controllo elettronico dei DPI. Il SAFETY TUTOR è un “varco elettronico” in grado, al passaggio di una persona, di “leggere” il suo tesserino di riconoscimento e la dotazione di sicurezza (DPI) indossata, grazie alla tecnologia RFID.
Il Safety Tutor è installabile in qualunque configurazione di cantiere come varco di accesso, anche ad aree di particolare pericolosità (zone di scavo e smottamento, ecc..).
Il Safety Tutor è un macchinario innovativo in grado di verificare l’effettivo utilizzo dei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) da parte dei lavoratori. Il Safety Tutor ricorda al lavoratore le regole di sicurezza che egli deve rispettare in tema di utilizzo dei D.P.I. operando anche la funzione di mediazione culturale fondamentale in contesti lavorativi multietnici. “Mediazione culturale” vuole dire che un beep e una luce rossa che si attivano al passaggio di un lavoratore “distratto” (ad esempio colui che non indossa la dotazione di sicurezza o si muove in aree non consentite) sono segnali universalmente comprensibili e quindi assolutamente efficaci per la tutela della salute dei lavoratori. In effetti il Safety Tutor altro non è che un checkpoint (punto di controllo) in grado di verificare l’accesso in una determinata area condizionando il rilascio dell’autorizzazione alla verifica di particolari condizioni quali l’identificazione del personale, l’utilizzo dei DPI, l’avvenuta formazione, l’orario di accesso ecc.
Principali caratteristiche della soluzione
1) Verifica delle dotazioni di protezione individuali (DPI) obbligatorie
2) Controllo degli accessi ai cantieri e a qualsiasi luogo di lavoro dove sia prevista un’autorizzazione
3) Invio automatico degli allarmi via SMS
4) Registrazione degli allarmi sul portale WEB
5) Registrazione delle informazioni nella memoria interna.
La soluzione proposta è sicuramente interessante e dovrà essere testata sul campo per individuare le effettive necessità di un cantiere in corso d'opera, quali ad esempio: individuazione del singolo dispositivo di protezione individuale non indossato, segnalazione visiva della violazione (display indicante il tipo di violazione commessa), ecc.
(Fonte: www.securcantieri.com)
blog comments powered by Disqus