You are safer with us

Medico competente: valutazione dei rischi

_wsb_336x252_doctor+tool
Medico competente condannato perchè ometteva di collaborare attivamente alla valutazione dei rischi aziendali. Il documento di valutazione dei rischi aziendale, secondo il giudice Cipolletta del Tribunale di Pisa - sez. Penale, presentava incongruenze e lacune rispetto all’organizzazione del primo soccorso e delle emergenze e non teneva in considerazione le attività effettivamente svolte dall’azienda.
Nel settembre del 2009 il personale ispettivo dell’ASL di Pisa ha verificato che il medico competente ha omesso di collaborare attivamente alla valutazione dei rischi aziendali, con specifico riguardo all’organizzazione del primo soccorso e delle emergenze, della quotidiana esposizione al rumore ed alle vibrazioni.
Nello specifico, l’organo ispettivo ha verificato alcune incongruenze tra quanto risulta nel documento di valutazione dei rischi aziendali rispetto al protocollo sanitario adottato dal medico.
Il medico competente è stato, pertanto, condannato alla pena di mesi uno e giorni quindici di arresto, ridotta per la concessione delle attenuanti ex art. 62 bis CP a mesi uno di arresto, oltre al pagamento delle spese processuali. Sussistendo, poi, le condizioni per concedere all’imputato le attenuanti ex art. 62 bis CP in considerazione dell’assenza di precedenti penali e della non eccessiva gravità del fatto. Il Tribunale, inoltre, per i medesimi motivi ha concesso all’imputato i benefici della sospensione condizionale della pena e della non menzione della condanna, potendosi formulare un giudizio prognostico favorevole in ordine alla sua futura condotta.

Per consultare la sentenza in originale
clicca qui.

blog comments powered by Disqus