You are safer with us

Attrezzature di lavoro: apparecchi di sollevamento

gru_01
L'INRS ( Institut National de Recherche et de Securité ) ha pubblicato la nota informativa ND 2102 riguardante "Équipements de travail mobiles. Appareils de levage Dispositions réglementaires applicables pour l’utilisation des équipements de travail servant au levage de charges et des équipements de travail mobiles".
La nota informativa riporta le norme relative all'installazione di apparecchiature, le misure applicabili all'utilizzo di mezzi di sollevamento (stabilità, sollevamento di persone, dispositivi mobili, stazione di controllo, meteo), le misure applicabili per l'utilizzo di dispositivi mobili (corsie per il transito, pedoni), attrezzature per l'addestramento dell'operatore (patente di guida); i requisiti tecnici per l'utilizzo di attrezzature di sollevamento (segnalazione dei limiti di carico, prevenzione del rischio di ribaltamento e schiacciamento, rottura, pericolo d'incendio).
Vediamo nel dettaglio le indicazioni del Codice del Lavoro francese relative agli apparecchiai di sollevamento.
1. Codice del Lavoro, la sezione normativa Secondo libro, normativa sul lavoro
Titolo III, Salute, sicurezza e condizioni di lavoro
Capitolo III Sicurezza
Sezione II, Misure organizzative e messa in opera di attrezzature di lavoro
Sottosezione 3 Ulteriori misure applicabili per l'utilizzo delle attrezzature di lavoro per il sollevamento di carichi

Art. R. 233-13-2 Saranno adottate tutte le misure e saranno fornite tutte le istruzioni in modo che in nessun momento, le attrezzature di lavoro adibite al sollevamento di carichi di ogni tipo, e il carico sospeso non possano entrare in contatto diretto con parti in tensione di impianti elettrici non isolati, o danneggiare gli impianti elettrici circostanti.
Art. R. 233-13-3. - Il sollevamento di persone è consentito solo con attrezzature di lavoro e accessori previsti a tal scopo. Tuttavia, le attrezzature di lavoro non progettate per sollevamento di persone possono essere utilizzato per accedere a un posto di lavoro o per eseguire lavori in cui l'uso di apparecchiature progettate per il sollevamento di persone è tecnicamente impossibile o li espone a un maggiore rischio associato all'ambiente di lavoro. Un'ordinanza dei ministri delle specifiche del lavoro e dell'agricoltura precisa, per le attrezzature di lavoro di cui al paragrafo precedente, le loro condizioni di utilizzo, e quelle, di visibilità, di spostamento, di pianificazione, di stabilità dell'abitacolo e l'accesso ad esso. Le attrezzature di lavoro non progettate per il sollevamento delle persone possono anche essere utilizzate a questo scopo, quando, lo richiede l'evacuazione in caso di emergenza.
Art. R. 233-13-5. - E' vietato trasportare carichi sopra i posti di lavoro e sopra le persone, a meno che ciò sia necessario per il corretto svolgimento degli lavori. In quest'ultimo caso, le procedure devono essere definite e attuate. Quando il carico di un dispositivo di sollevamento attraversa una carreggiata, devono essere prese misure speciali per evitare pericoli derivanti dalla possibile caduta del carico trasportato.
Art. R. 233-13-11. - In previsione di una mancanza parziale o totale dell'alimentazione, e se le attrezzature di lavoro per per il sollevamento di carichi non guidati non possono contenere questi carichi, devono essere adottate misure per evitare di esporre i lavoratori ai rischi che ne possono derivare. I carichi sospesi non devono essere lasciati incustoditi a meno che non sia precluso l'accesso alla zona di pericolo e il carico sia stato fissato e mantenuto in modo sicuro.
Art. R. 233-13-13. - Quando una altezza superiore a quelle fissate con decreto congiunto dei Ministri del Lavoro e l'agricoltura, deve essere sospeso l'utilizzo all'aria aperta di attrezzature di lavoro per il sollevamento di carichi non guidati allorché il peggioramento del clima rischi di compromettere la sicurezza del loro equipaggiamento e di esporre il personale a rischio. In questo caso il datore di lavoro deve avere i mezzi e le informazioni di cui ha bisogno ed essere a conoscenza delle condizioni meteorologiche. Devono essere adottate misure di protezione, comprese quelle destinate ad evitare il rovesciamento della attrezzature di lavoro.
Sottosezione 4
misure complementari applicabili all'impiego delle attrezzature di lavoro mobili

Art. R. 233-13-17. - Devono essere adottate misure organizzative per evitare che lavoratori a piedi non siano presenti nella zona in cui operano le attrezzature di lavoro. Se la presenza di lavoratori a piede è necessaria per la corretta esecuzione dei lavori, devono essere adottate misure per evitare che essi siano feriti da questi dispositivi. L'apparecchiatura portatile dotata di un motore a combustione può essere utilizzata in aree di lavoro sempre che sia garantita, in quantità sufficiente, l'aria senza rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori.
Sottosezione 5
Autorizzazione all'utilizzo di alcune attrezzature di lavoro mobili e attrezzature di lavoro per il sollevamento

Art. R. 233-13-19. - L'utilizzo delle attrezzature di lavoro semoventi e delle attrezzature di lavoro per il sollevamento è limitata ai lavoratori che abbiano ricevuto una formazione adeguata. La formazione deve essere effettuata e se necessario, aggiornata. Inoltre, il comportamento di alcune apparecchiature con particolari rischi a causa delle loro caratteristiche o del loro scopo, è soggetto all'ottenimento di una patente di guida rilasciata dal datore di lavoro. L'autorizzazione di guida è richiesta dal datore di lavoro agli ispettori del lavoro ed agli agenti delle agenzie di prevenzione dei servizi di sicurezza sociale. L'ordinanza dei Ministri del lavoro o di agricoltura stabilisce:
a) Le condizioni della formazione richiesta nel primo paragrafo di questa sezione;
b) Le categorie di attrezzature di lavoro alla cui condotta deve essere adibito solo un possessore di licenza di guida;
c) Le condizioni alle quali il datore di lavoro deve assicurarsi che il lavoratore abbia le competenze e le capacità necessarie per assumere, in modo sicuro, la funzione di conducente di una attrezzature lavoro;
d) la data dalla quale, secondo le categorie di apparecchiature, entra in vigore il possesso di una patente di guida.
Sezione III, i requisiti tecnici per l'utilizzo delle attrezzature di lavoro (estratto)
Art. R. 233-32. - Le attrezzature di lavoro adibite al sollevamento dei carichi devono essere equipaggiate ed installate per assicurare la loro forza e la stabilità durante l'uso soprattutto in vista dei carichi e delle sollecitazioni indotte al punto di sospensione o alle strutture di ancoraggio.
Art. R. 233-34. - Le attrezzature di lavoro mobili con i lavoratori devono essere scelte, date le condizioni di lavoro previste e quelle effettive di utilizzo, in modo da prevenire il rischio di ribaltamento o rovesciamento e caduta di oggetti. Quando il rischio di ribaltamento o di rovesciamento non può essere completamente evitato, questa apparecchiatura deve avere una struttura, che le impedisca di rovesciarsi per più di un quarto di giro, o una struttura o altro dispositivo equivalente ed uno spazio sufficiente attorno ai lavoratori se il movimento possa continuare oltre questo limite. Tali strutture di protezione non sono obbligatorie se l'attrezzatura è stabilizzata durante il funzionamento o quando si accende o la tendenza al ribaltamento è resa impossibile dal modo in cui è stata progettata. Quando il rischio di caduta di oggetti non può essere completamente evitato, l'apparecchiatura deve essere dotata di una struttura di protezione contro questo rischio. Le strutture di protezione contro il ribaltamento, il rovesciamento o la caduta di oggetti possono essere integrate nella cabina di guida. Se l'apparecchiatura non è dotata di punti di ancoraggio, devono essere prese misure per prevenire il rischio di ribaltamento o di caduta di oggetti, come ad esempio limitando il suo uso, la velocità e progettando le zone di transito e di lavoro. Se vi è un rischio che un lavoratore durante un ribaltamento o un rovesciamento possa essere schiacciato tra parti delle attrezzature di lavoro e il terreno, l'apparecchiatura deve essere dotata di un sistema di ritenuta del lavoratore sul sedile, a meno che lo stato dell'arte e le condizioni reali di utilizzo non lo proibiscano.
Art. R. 233-39. - Le attrezzature mobili comandate a distanza devono essere dotate di spegnimento automatico una volta che si lascia il comando. Se possono colpire i lavoratori, le attrezzature mobili azionato a distanza controllate o gestite senza conducente devono essere dotate di dispositivi di sicurezza e protezioni contro tali rischi, a meno che non siano in atto altre misure per controllare il rischio d'urto.
Per consultare il documento clicca
qui.
blog comments powered by Disqus