You are safer with us

La sicurezza nelle celle frigorifere

frozen
L’art. 63 del T.U., comma 1, rinvia all’allegato IV per le disposizioni di dettaglio inerenti la sicurezza e relative ai luoghi di lavoro, prevedendo al punto 1.9.2.5., in relazione all’argomento in esame, che “quando non è conveniente modificare la temperatura di tutto l’ambiente, si deve provvedere alla difesa dei lavoratori contro le temperature troppo alte o troppo basse mediante misure tecniche localizzate o mezzi personali di protezione”.
I lavoratori che prestano la loro attività in ambienti a basse temperature devono essere dotati, in virtù della disciplina dettata in generale dal titolo III del T.U., di dispositivi di protezione individuale idonei a garantire loro adeguata protezione contro il freddo (giubbotti, guanti, tute, ecc).
Tanto premesso si segnala una norma di buona tecnica costituita dalla UNI EN ISO 15743:2008 relativa alla “Ergonomia dell’ambiente termico –Posti di lavoro al freddo- Valutazione e gestione del rischio” che riporta le prescrizioni da seguire nei luoghi di lavoro con basse temperature per la sicurezza e salute dei lavoratori.
A questo proposito il SUVA ha pubblicato una lista di controllo. Nella lista vengono affrontati i seguenti aspetti:
  • Uscire dalla cella frigorifera
  • Illuminazione di sicurezza e impianto di allarme
  • Organizzazione, formazione e comportamento.
Al termine viene riportata una tabella da compilare avente lo scopo di individuare le misure di prevenzione per migliorare la sicurezza nell'utilizzo delle celle frigorifere.
Il documento appare di semplice utilizzo ed è redatto nella forma a risposta chiusa.
Per consultare il documento clicca
qui.
blog comments powered by Disqus