You are safer with us

5 + 5 regole vitali per chi lavora con l’elettricità

elettr_01
Dopo aver analizzato le otto regole vitali in edilizia e le otto regole vitali nella manutenzione è il turno dell'elettricità. Le statistiche parlano chiaro: ogni anno in Svizzera da 1 a 3 elettricisti perdono la vita sul posto di lavoro per le conseguenze di un infortunio causato dall'elettricità. Circa 50 subiscono lesioni gravi. In Italia sulla base delle statistiche dell'Osservatorio Infortuni Mortali EllESic nel 2012 sono morte 22 persone (5,1% del totale - aggiornamento al 30 novembre 2012).
Anche i professionisti di lungo corso non sono immuni dagli infortuni e ognuno deve avere sempre bene a mente quali sono le regole più importanti in materia di sicurezza. Chi rispetta in maniera sistematica le 5 + 5 regole vitali può prevenire gli infortuni ed evitare molte sofferenze.
In caso di pericolo bisogna dire STOP, sospendere i lavori e riprenderli solo dopo aver eliminato i pericoli.
Le «5 + 5 regole vitali per chi lavora con l’elettricità» sono state elaborate dalla Suva in collaborazione con Electrosuisse e altre organizzazioni svizzere del settore elettrico.
Regola 1
Assegnare incarichi precisi permette di conoscere il responsabile delle attività
Ogni attività deve prevedere obbligatoriamente:
• persona responsabile delle misure di protezione necessarie e dell’esecuzione sicura dei lavori in loco
• lavori da eseguire
• metodo di lavoro
elettr_02
• luogo di lavoro (posizione delle singole parti dell’impianto, ad es. con piani di situazione)
• svolgimento scritto dei lavori (lista di controllo)
• dispositivi di protezione individuale
• pericoli particolari, misure di protezione da adottare.

elettr_03

Nel corso dell'esecuzione delle attività:
• evitare rischi inutili; prima di iniziare i lavori mettere in sicurezza il luogo di lavoro;
• in caso di incarichi poco precisi o di documenti mancanti, dire
STOP, interrompere i lavori e informare il superiore;
• documentare le fasi di lavoro effettuate (segno di spunta, visto). Informare sullo stato dei lavori i diretti interessati;
• una volta conclusi i lavori richiedere il visto del responsabile che ne certifichi l’esecuzione a regola d’arte.
Regola 2
Impiegare personale idoneo
Per i lavori su impianti elettrici valgono le seguenti regole
• Per la sorveglianza impiegare persone esperte.
• Per lo svolgimento dei compiti impiegare persone addestrate.
• Per svolgere le mansioni i lavoratori devono soddisfare determinati requisiti fisici e mentali. Attenzione: per i lavori sotto tensione o in prossimità di parti sotto tensione occorre una formazione specifica.
• I pericoli elettrici e le misure di protezione da adottare devono essere noti. Le persone non autorizzate vanno allontanate dalla zona di lavoro.
• I lavoratori hanno il diritto di dire STOP e di non eseguire un incarico se non si sentono in grado o hanno dubbi sulla sicurezza. Bisogna accettare eventuali esitazioni.
• In caso di dubbio interpellare direttamente il lavoratore (ad es. in caso di sospetto abuso di droghe o alcol, malattia, malessere, spossatezza, ecc.).
Regola 3
Utilizzare attrezzature di lavoro in perfetto stato
Per lavorare in sicurezza si applicano le seguenti regole:
• lavorare solo con attrezzi isolati;
• prima di ogni utilizzo verificare se l'attrezzatura di lavoro è stata sottoposta a manutenzione e non presenta danni;
• non utilizzare più le attrezzature di lavoro difettose, ripararle subito o sostituirle;
• segnalare immediatamente eventuali difetti al superiore.
Regola 4
Utilizzare i dispositivi di protezione
Regola 5
Mettere in funzione solo impianti verificati
Dopo ogni importante modifica e ampliamento di un impianto elettrico bisogna controllare, prima della messa in servizio, se è garantita la protezione di persone e cose. Questa verifica comprende i sopralluoghi, le prove (di funzionamento) e le misurazioni.
Al momento della verifica utilizzare tutti i sensi:
• percepire il calore, superfici calde
• controllare visivamente la protezione dal contatto
• sentire il ronzio di un trasformatore
• sentire l’odore del surriscaldamento
Bisogna sempre effettuare le seguenti prove e misurazioni:
• conduttività del conduttore di protezione e del conduttore equipotenziale di protezione
• protezione tramite l’interruzione automatica dell’alimentazione elettrica
• misura dell’isolamento
• verifica del senso di rotazione e della polarità
• funzionamento del salvavita
• verifica della caduta di tensione.
I risultati devono essere messi a verbale.
+ 5 regole di sicurezza (per lavori in assenza di tensione)
Rispettiamo sempre le 5 regole di sicurezza per i lavori in assenza di tensione
1 Disinserire e sezionare da tutti i lati
2 Prendere tutte le misure necessarie per impedire il reinserimento anche accidentale
3 Verificare l'assenza di tensione
4 Mettere a terra e cortocircuitare
5 Proteggersi dagli elementi vicini sotto tensione.

(Fonte: 5 + 5 regole vitali per chi lavora con l’elettricità - Vademecum per gli elettricisti suvapro)

blog comments powered by Disqus