You are safer with us

Lavoratrici gestanti: esposizione a solventi

Solventi
Uno studio francese che copre 3.400 donne ha stabilito una relazione tra la frequenza di esposizione professionale a solventi all'inizio della gravidanza e la comparsa di malformazioni. Per le donne esposte il rischio di dare alla luce un bambino con un difetto alla nascita è di circa 2,5 volte superiore rispetto alle donne non esposte.
Obiettivo: Studio delle relazioni tra l’esposizione a solventi di lavoratrici gestanti ed il rischio di malformazioni congenite del feto.
Metodi: E’ stata indagata una specifica popolazione per studiare le relazioni tra l’esposizione a solventi di lavoratrici gestanti ed il rischio di malformazioni congenite del feto. Lo studio ha avuto inizio nel 2002 in tre distretti della Bretagna (Francia). Sono state reclutate 3421 donne incinta fino alla fine del 2005. Sono state scelte donne la cui gestazione non avesse avuto inizio da un periodo superiore alle 19 settimane e sono state seguite fino al parto. Le infomazioni sullo stato di gravidanza sono state richieste agli ospedali. L’esposizione ai solventi all’inizio della gestazione è stata dedotta da un questionario somministrato alle donne e da una matrice lavoro-esposizione (JEM). Sono state considerate nello studio anche le caratteristiche sociodemografiche, gli stili di vita, la storia medica e le malattie nel corso della gravidanza. L’analisi è stata circoscritta alle sole donne lavoratrici (n=3005).
Risultati: Il 30.2% delle donne hanno dichiarato di essere esposte regolarmente ad almeno un prodotto contenente solventi. Il 21.3% di loro è stata classificata nella classe media di esposizione usando la matrice JEM. Le lavorazioni che sono risultate essere classificate come esposte sono state principalmente le parrucchiere, le infermiere e coloro che operano nel settore chimico/biologico. E’ stata riscontrata un’associazione tra deformazioni congenite maggiori e l’esposizione della madre a solventi. I valori vanno da un incremento del 2,5%, nel caso di esposizioni medie, a 3,5% nel caso dei più alti livelli di esposizione. Si è riscontrato un significativo andamento dose-risposta con per entrambe le metodologie di indagine (questionario e matrice JEM). Sono state individuati alcuni sottogruppi di malformazioni maggiori, associate con l’esposizione materna ai solventi ( Several subgroups of major malformations were associated with maternal exposure to solvents (labbro leporino, malformazioni urinarie e malformazioni genitali maschili).
Conclusion: Questo studio fornisce un’ulteriore prova dell’associazione tra l’esposizione ai solventi durante la gravidanza ed il rischio di malformazioni maggiori nel nascituro.
blog comments powered by Disqus