You are safer with us

Amianto: un rischio spesso non percepito

homemaison2
L'Istituto Nazionale di Ricerca e Sicurezza francese (INRS) ha eseguito uno studio per verificare l'esposizione all'amianto degli addetti al settore idro-termosanitario. I risultati della campagna di misura, realizzata mediante l'utilizzo di un badge di prelievo, sono stati incrociati con le risposte ad un questionario somministrato ai lavoratori e mostrano che i lavoratori del settore non sono coscienti del rischio: il 40% degli individui esposti pensano di non essere mai entrati in contatto con le fibre di amianto. Per approfondire si può consultare: Banca Dati Ellesic Amianto e News EllESic Amianto.
Per le imprese la cui attività non è direttamente collegata all'amianto (elettricista, idraulico, ...), l'esposizione agli inquinanti sono occasionali e spesso accidentali. L'obiettivo dello studio era di individuare un nuovo mezzo di campionamento che fosse più semplice del dispositivo di campionamento convenzionale, particolarmente adatta per l'utilizzo per un lungo periodo. Questo metodo molto innovativo era stato provato una prima volta in Inghilterra.
L'INRS ha valutato le prestazioni di un dispositivo di campionamento utilizzando un badge passivo facendolo indossare agli addetti del settore termoidraulico in quanto potenzialmente. Il badge, che raccoglie le fibre per attrazione elettrostatica, è autonomo. Esso consente campioni di lungo termine, promuovendo la rilevazione di episodi occasionali di inquinamento. Associato con campagne di campionamento e con un questionario ha portato ad una migliore comprensione del livello di conoscenza e consapevolezza degli operatori nei confronti del rischio amianto.

badge

Su un totale di 63 badge analizzati, 22 (35%) ha messo in evidenza la presenza di amianto.
Il 41% degli operatori, sui cui badge era stato trovato amianto, hanno dichiarato di non aver mai lavorato in presenza di materiali contenenti amianto (mca). Quasi i due terzi (63%) degli intervistati ha dichiarato di non avere mai adottato misure di prevenzione contro il 14% che ha dichiarato, invece, di prenderle sistematicamente.
I volontari, infine, erano per lo più lavoratori autonomi con almeno dieci anni di esperienza nel settore ed hanno giudicato il loro livello di conoscenza da molto buono (33%) a mediocre (37%).
Pertanto, l'esposizione alla sostanza pericolosa invisibile ad occhio nudo è tenuta in poco conto dai professionisti del settore idro-termosanitario che sottovalutano il rischio.
Questo studio conferma, infatti, la necessità di informazione e formazione dei lavoratori, i cui posti di lavoro sono suscettibili di causare il rilascio di fibre di amianto.
Questi risultati differiscono da quelli dell'esperimento inglese (Asbestos is a hidden killer), che ha concluso con una maggiore esposizione dei lavoratori.

asbestos_13


blog comments powered by Disqus