You are safer with us

Lavori in quota: video del HSE (UK)

fall_prot_4
I Lavori in quota sono rappresentati da qualsiasi attività che coinvolge le persone che lavorano in una posizione da cui potrebbero cadere e farsi male. Nella normativa il lavoro in quota è individuato come: attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 m rispetto ad un piano stabile.
In questa notizia si prenderà in esame un video proposto dalla HSE (Health and Safety Executive) equivalente dell'INAIL nel Regno Unito.
Read More...
Comments

Ponteggi e rischio di incendio

scaff_fire_risk
Il lavoro in quota, effettuato per l’attività di montaggio, smontaggio e trasformazione dei ponteggi, può svolgersi in ambienti soggetti a rischi particolari e dovuti a pericoli oggettivi, dati dalla conformazione del sito o dalla situazione contingente del luogo di lavoro; tali rischi possono risultare, inoltre, aggravati dalle condizioni meteorologiche.
La valutazione dei rischi dovrà sempre tenere in considerazione l’eventuale esposizione ai rischi oggettivi dovuti alle condizioni ambientali dove è posto il luogo di lavoro e dovranno essere adottate adeguate misure atte a prevenire tali rischi. Tra i rischi ambientali da prendere in considerazione nel normale utilizzo di un ponteggio rientra anche il rischio incendio. Read More...
Comments

Ponteggi: parapetti provvisori

parap_1
Il montaggio e lo smontaggio dei ponteggi sono attività che espongono i lavoratori al rischio di caduta dall'alto a meno che non si disponga di:
  • dispositivi di protezione individuale anticaduta da consegnare e far utilizzare ai lavoratori esposti al rischio
  • un ponteggio a protezione intrinseca cioè di un sistema provvisto di parapetti che possono essere montati dal basso e che rimangono fissi sul ponteggio perchè sono pezzi strutturali.
Nel primo caso però si va incontro alle problematiche a tutti ben note quali ad esempio:
  • necessità di vigilanza costante circa l'utilizzo effettivo del DPI anticaduta da parte dei lavoratori;
  • frequenti lamentele da parte dei lavoratori circa le difficoltà incontrate nel lavoro a causa della presenza del DPI anticaduta;
  • necessità di progettazione della struttura (ponteggio) con particolare riferimento alle sollecitazioni indotte dall'eventuale utilizzo del DPI anticaduta;
  • ecc.
Il ponteggio a tubo e giunto e quello a montanti e traversi prefabbricati hanno lo svantaggio di avere parapetti piuttosto pesanti che devono incastrarsi in alloggiamenti piuttosto precisi. Per questo motivo il montaggio di questi elementi richiede l'impiego di due persone. Read More...
Comments

Lavori in quota: la formazione

fall_prot_3
I lavori in quota possono esporre i lavoratori a rischi particolarmente gravi per la loro salute e sicurezza. Ci riferiamo in particolare ai rischi di caduta dall’alto che rappresentano una percentuale elevata del numero di infortuni, soprattutto per quello che riguarda gli infortuni mortali.
Definizione di lavoro in quota
L’articolo 107 del D.Lgs. 81/2008 definisce che cosa si intende per “lavoro in quota: attività lavorativa che espone il lavoratore al rischio di caduta da una quota posta ad altezza superiore a 2 m rispetto ad un piano stabile."

Questo rischio, che raggiunge il suo massimo nei cantieri temporanei e mobili dove le lavorazioni in altezza vengono svolte quotidianamente, interessa tutte le attività lavorative che espongono i lavoratori a rischi di caduta da un’altezza superiore a 2 metri Read More...
Comments

Ancoraggi: uso e manutenzione

tassello
L'ancoraggio ha il compito di assorbire le forze orizzontali. Nel ponteggio tali forze sono da attribuire alle seguenti:
  • Azioni del vento (azione diretta).
  • Azioni dovute ai carichi verticali (azione indiretta). Le linee di carico possono non coincidere con l'asse teorico del montante, o per difetti di montaggio o di produzione; per questo motivo nascono dei momenti che vengono assorbiti dagli ancoraggi. La norma di buona tecnica UNI 10027/85 indica in P/100, con P carico verticale, la forza orizzontale equivalente da considerare.
    • Azioni derivanti da elementi a sbalzo (mensole, etc…)
Si distinguono le seguenti tipologie:
  • Ancoraggio a cravatta
    • Ancoraggio ad anello
    • Ancoraggio con barra munita di gancio
    • Ancoraggio a sbatacchio
    • Ancoraggio a vitone.
A seconda della tipologia di ancoraggio, durante la verifica si deve considerare la direzione della forza che agisce: se la direzione è verso l'esterno dell'opera servita l'ancoraggio è a tirare, in caso contrario è a puntare. Read More...
Comments